La solitudine dell’assassino

«Ho vissuto da uomo libero, e la libertà mi ha devastato». Sono state le sue prime parole, le prime che ho sentito. La pioggia batteva sulla lamiera della tettoia, i vetri della serra erano rigati di gocce nere.